Coniglio alla ligure: una specialita’ regionale

Il Coniglio alla ligure un piatto ricco di sapore, e di carattere. Un secondo invernale gustoso. Il coniglio alla ligure è ottimo da accompagnare con un vino bianco prufumato ed asciutto

Coniglio alla ligure: una specialita’ regionale

Condividi sui SocialNetwork

Fai conoscere questa ricetta anche ai tuoi amici, condividendo sul tuo Social preferito.

  • 1{num}

Ingredienti necessari

Dettagli Ricetta

Segui:

Introduzione

Buonasera amiche, oggi sto per andare a proporvi un secondo piatto di carne. La Ricetta del coniglio alla ligure. E' un piatto regionale, ed abbastanza semplice da preparare. abbiamo bisogno di pochi ingredienti nella preparazione ma di ottima qualità.Olive taggiasche, pinoli, capperi, questi tre ingredienti danno un gusto inconfondibile al piatto. Il tutto condito con dell'olio extravergine di oliva, insaporito con delle erbe aromatiche freschissime, e sfumato con un vino bianco. Il coniglio dovrete cucinarlo a pezzi, quindi o lo acquistate già a pezzi oppure lo tagliate voi. Per assicurarvi che la carne sia buona, essa dovrà avere un colore rosa chiaro. Nonostante sia poca la gente che apprezzi il coniglio essa è una carne molto digeribile, povera di grassi, e molto ricca di proteine come ogni carne bianca. A cottura ultimata la carne dovrà essere morbida e saporita. Per quel che riguarda le olive rigorosamente taggiasche, molto più saporite rispetto a quelle comuni. Servite accompagnandolo da un vino bianco ligure, un Pigato.

Preparazione : Ricetta Coniglio alla ligure

  1. Per prima cosa tagliate il coniglio a pezzi non troppo grandi, lavateli ed asciugateli bene con della carta assorbente, dopodiche mettetelo a marinare per circa una notte con l'aceto, il vino bianco, i grani di pepe, l'alloro, chiodi di garofano, e bacche di ginepro e uno spicchio d'aglio.

  2. Con un grosso coltello tritate finemente le erbe aromatiche con uno spicchio d'aglio, disponete il tutto in una ciotolina e unite un pizzico di sale e una macinata di pepe bianco. In un tegame piuttosto largo scaldate dell'olio (circa 3 cucchiai), una volta caldo aggiungete i pezzi di coniglio e lasciate rosolare a fiamma alta per dieci minuti, fino a che non diventeranno coloriti.

  3. Salete, pepate e cospargete il trito di erbe; mescolate con un cucchiaio di legno e cuocete a fuoco medio per circa 10 minuti assicurandovi che non si bruci. Sfumate con del vino bianco ed alzate la fiamma per evaporare il tutto.

  4. Una volta che il vino è evaporato inserite del rosmarino (a piacere) e cuocete a fuoco basso e coperto per circa 20-25 minuti, mescolando di tanto intanto e bagnando con un mestolo di acqua calda all'occorrenza.

  5. Dissalate i capperi sciacquandoli sotto l'acqua corrente, aggiungeteli al coniglio assieme alle olive e ai pinoli e cuocete per altri 15 minuti a fiamma vivace aggiungendo sempre dell'acqua all'occorrenza. Una volta terminata la cottura spengete la fiamma e servite.

Ecco un secondo piatto rustico ed insolito. Un fantastico Coniglio alla ligure. Un bacio dalla vostra Marla.  

Trovi questa ricetta interessante?

Allora iscriviti gratuitamente alla mia newsletter, riceverai le mie ricette gratuitamente direttamente nella tua posta elettronica:

* campi richiesti

aka Marla

sara calagreti

Sono entrata in cucina da piccolissima, a 3 anni aiutavo nonna a preparare le polpette, ricetta che reputo rilassante. Poi il secondo amore, il prezzemolo. Penso che tritare il prezzemolo sia un un buon modo per rilassarsi. Ogni volta riprenderlo e triturarlo e così via via..

Continua a leggere →

Lascia un commento