Risotto allo champagne: un piatto semplice e romantico

Un primo piatto raffinato frutto di un vino che è l'eccellenza. Il risotto allo champagne è un piatto da gustare nella sua semplicità e cremosità.

Risotto allo champagne: un piatto semplice e romantico

Condividi sui SocialNetwork

Fai conoscere questa ricetta anche ai tuoi amici, condividendo sul tuo Social preferito.

  • 1{num}

Ingredienti necessari

Dettagli Ricetta

Segui:

Introduzione

Salve care lettrici, sto andando a proporvi un piatto base della cucina il risotto allo champagne. Che dire, è un piatto base per due motivi; il primo motivo è la sua semplicità, data dalla presenza di pochissimi ingredienti, due principali: lo champagne e il castelmagno. Il secondo motivo è il suo gusto particolare, ma allo stesso tempo morbido e soprattutto delicato. Se avete ospiti importanti, se volete stupire il vostro compagno/a in una cenetta romantica questo piatto è l'ideale. Ora qui qualcuno potrebbe aggiungere "ma lo champagne è troppo costoso!" potete usare benissimo uno spumante brut, oppure qualche champagne avanzato dai festeggiamenti natalizi, basta che è stato conservato in frigo.. perché
Chi ha inventato lo champagne non poteva ignorare quel che volevamo fare.
Ah dimenticavo! per chi non lo conoscesse il castelmagno è un formaggio Dop pregiato . Ha un gusto delicato, ma se lo preferite stagionato esso avrà un tono più intenso.

Preparazione: Risotto allo champagne

  1. Prendete la cipolla, toglietele la pellicina e affettatela finemente. Ponetela in un tegame a bordi alti con 20 g di burro e fatela appassire a fuoco basso. Unite il riso, mescolate in modo che prenda sapore lasciatelo tostare per circa 2 minuti.

  2. Una volta tostato, alzate la fiamma, dopo pochi attimi versate lo champagne(lasciatene da parte un bicchierino), e mescolate velocemente in modo da sfumarlo. Quando sarà sfumato, riportate tutto a fiamma media. Coprite a filo il riso con il brodo, e continuate a mescolare. Ogni qualvolta che il riso si sarà asciugato versatene dell'altro, un mestolo alla volta.

  3. Continuate la cottura per circa 16-18 minuti e regolate di sale. Assaggiate spesso per assicurarvi sia della cottura, dopo circa 16 minuti dovrebbe essere cotto e ancora al dente. Togliete la pentola dal fuoco ed aggiungete il burro restante, e un bicchierino del restante champagne; mescolate velocemente e lasciate riposare per altri 2 minuti.

  4. Versate metà del castelmagno grattuggiato e mescolate. Servite il risotto cosparso con il restante castelmagno in scaglie e un pò di pepe, e senza mescolare servitelo nei piatti decorando con qualche fragola.

Ecco a voi il nostro Risotto allo champagne. provatelo! A presto, Marla.

Trovi questa ricetta interessante?

Allora iscriviti gratuitamente alla mia newsletter, riceverai le mie ricette gratuitamente direttamente nella tua posta elettronica:

* campi richiesti

aka Marla

sara calagreti

Sono entrata in cucina da piccolissima, a 3 anni aiutavo nonna a preparare le polpette, ricetta che reputo rilassante. Poi il secondo amore, il prezzemolo. Penso che tritare il prezzemolo sia un un buon modo per rilassarsi. Ogni volta riprenderlo e triturarlo e così via via..

Continua a leggere →

Lascia un commento