Zuppa di lenticchie

Zuppa di lenticchie.E' un piatto dalla semplicità sconvolgente. Le uniche accortezze sono magnifiche lenticchie di Castelluccio e una pentola in terracotta.

Zuppa di lenticchie

Condividi sui SocialNetwork

Fai conoscere questa ricetta anche ai tuoi amici, condividendo sul tuo Social preferito.

  • 0{num}

Ingredienti necessari

Dettagli Ricetta

Segui:

Introduzione

Questa Zuppa di lenticchie è un piatto che prepara spesso mio padre. Come ho appena enunciato non è una mia ricetta, ossia di mia creazione anche se, data la squisitezza e l'eccellenza del piatto l'avrei voluta creare io.Dato che è un piatto della mia infanzia che amo particolarmente, vi proporrò la ricetta fedelmente dato che non ho apportato modifiche a quella originale.   E' un piatto dalla semplicità sconvolgente. Non ci vuole nulla per prepararlo se non tanta pazienza. Come ho detto la realizzazione è piuttosto semplice, quindi per l'ottima riuscita del piatto occorrono delle magnifiche lenticchie di Castelluccio, o perlomeno quelle molto piccole per capirci. Una pentola in terracotta, Ora vi starete chiedendo "Non ce l'ho, non importa la realizzo su quella di acciaio!" Niente di più errato! La comprate e poi le preparate. La pentola fa la differenza! Questa sarà una delle poche ricette non mie.. Ma vi posso assicurare che ne vale la pena.

Zuppa di lenticchie: Preparazione

  1. In una pentola in terracotta fate soffriggere a fuoco basso (e magari con uno spargifiamma)  il rosmarino, il timo e la santoreggia con due cucchiai di olio.

  2. Prendete le carote, pelatele e tagliatele a rondelle. Prendete il sedano, lavatelo e mondatelo con cura successivamente tagliatelo a dadini.

  3. Una volta soffritti aggiungete le lenticchie e l'acqua fredda.

  4. Ponete il coperchio e procedete la cottura per un'ora. Non appena le lenticchie alzeranno il bollo aggiungete il sale e la passata.

  5. Togliete il coperchio e fate proseguire la cottura scoperte a fiamma minima. Aggiungete l'origano.

  6. Una volta passata l'ora, assaggiate le lenticchie; nel caso fossero ancora dure aggiungete una tazza di acqua calda e lasciate andare per altri 10-15 minuti.

  7. Le lenticchie sono pronte quando l'acqua si sarà assorbita e le lenticchie saranno cotte, ma rimarranno sode senza essere spappolate.

  8. Ora servite con un cucchiaio di olio di oliva e crostini di pane toscano a piacere.

Servite la Zuppa di lenticchie! Buon appetito, vostra Marla.

Trovi questa ricetta interessante?

Allora iscriviti gratuitamente alla mia newsletter, riceverai le mie ricette gratuitamente direttamente nella tua posta elettronica:

* campi richiesti

aka Marla

sara calagreti

Sono entrata in cucina da piccolissima, a 3 anni aiutavo nonna a preparare le polpette, ricetta che reputo rilassante. Poi il secondo amore, il prezzemolo. Penso che tritare il prezzemolo sia un un buon modo per rilassarsi. Ogni volta riprenderlo e triturarlo e così via via..

Continua a leggere →

Lascia un commento

Designed by Federico Ginosa