Testaroli in crema di zucchine: la rivisitazione di un classico

La ricetta dei testaroli in crema di zucchine, un classico sempre molto buono.

Testaroli in crema di zucchine: la rivisitazione di un classico

Condividi sui SocialNetwork

Fai conoscere questa ricetta anche ai tuoi amici, condividendo sul tuo Social preferito.

  • 0{num}

Ingredienti necessari

Dettagli Ricetta

Segui:

Introduzione

Salve amiche, oggi voglio proporvi una ricetta ideata da me. Più che ideata forse è stata ispirata. I miei nonni sono originari di un paesino nei pressi di Gubbio, e sin da piccola sono sempre stata una golosona della tipica "Crescia" meglio conosciuta come "Torta al testo". E' una schiacciata, preparata con farina, acqua, strutto,un pizzico di sale e una punta di bicarbonato. Il suo nome deriva da  “testo”, la pietra piatta refrattaria resa rovente dal fuoco ed utilizzata in origine per la sua cottura. Da questa ricetta ho ideato una mia ricetta, una specie di maltagliati preparati con gli stessi ingradienti. Da qui i Testaroli in crema di zucchine, con pomodori freschi e scaglie di grana.

Preparazione: Testaroli in crema di zucchine

  1. Per prima cosa mecolare le due farine in una ciotola, ed incorporare lo strutto(circa un cucchiaino da caffè), un pizzico di sale e una punta di bicarbonato. Aggiungere mano a mano acqua tiepida fino ad ottenere una pastella fluida. Quindi filtratela attraverso un colino per togliere gli eventuali grumi. quindi unite il prezzemolo tritato.

  2. Versate un mestolino di pastella alla volta, in una padella antiaderente rovente unta di strutto. fate scorree la pastella su tutta la padella come una normale crepes. fatela cuocere da ogni lato e una vlta cotta mettetela su un taglire a raffreddare e per poi tagliarla a rombi, otriangoli, insomma come dei comuni maltagliati. preparate così tutti i testaroli sino ad esaurire la pastella.

  3. Intanto occupatevi delle zucchine, lessatele al dente, tagliatele a pezzi e ponetele nel frullatore. Agggiungete un filo di olio e un mestolino di acqua di cottura e frullate sino ad ottenere un crema omogenea senza grumi.

  4. Ora i pomodori. Lavateli e incidete una x sulla parte anteriore. Tuffateli in acuq bollente per 1-2 minuti e poi altrattanti in acqua e ghiaccio. Quindi sbucciateli,  tagliateli in 4 e privateli dei semi. Tagliateli a pezzi e mescolateli assieme al basilico spezzettato, 2 cucchiai di olio, sale e pepe in una ciotola capiente. A parte tagliate il grana grossolanamente al coltello, in modo tale da ricavare delle scaglie irregolari.

  5. Mettete a bollire l'acqua per la pasta e cuocete i testaroli in acqua a leggera ebbollizione e scolateli una volta che affiorano in superficie. Metteteli via via nella ciotola assieme ai pomodori e mescolate delicatamente.

  6. Scaldate la crema di zucchine in una padella e poi adagiatela in ogni piatto. Distribuite sopra i testaroli conditi con i pomodori, completate con altri pomdoori e con il grana a scaglie.

I testaroli in crema di zucchine sono pronti, un piatto semplice, leggero e buonissimo. un saluto la vostra Marla.

Trovi questa ricetta interessante?

Allora iscriviti gratuitamente alla mia newsletter, riceverai le mie ricette gratuitamente direttamente nella tua posta elettronica:

* campi richiesti

aka Marla

sara calagreti

Sono entrata in cucina da piccolissima, a 3 anni aiutavo nonna a preparare le polpette, ricetta che reputo rilassante. Poi il secondo amore, il prezzemolo. Penso che tritare il prezzemolo sia un un buon modo per rilassarsi. Ogni volta riprenderlo e triturarlo e così via via..

Continua a leggere →

Lascia un commento